La leggenda della Rosa

La Rosa di Natale

Una delle piante ornamentali tipiche delle tavole natalizie è la rosa rosa, e non è un gioco di parole, nel periodo di dicembre infatti la rosa color rosa pallido fiorisce in abbondanza e ciò ha fatto di questo fiore un elemento decorativo che è entrato anch’esso nella leggenda del Natale.

Racconto vuole che la notte della nascita di Gesù una bambina, figlia di un pastore, fosse sola ad accudire al suo gregge di pecore vicino a Betlemme, quando vide un corteo di altri pastori che si stavano dirigendo velocemente verso la città.

La bambina incuriosita, domandò ai pastori dove stessero andando, e loro risposero che era nato Gesù e che loro stavano andando ad omaggiarlo con doni e offerte. La bambina avrebbe tanto voluto andare con loro, ma non aveva nulla da donare, e tanta era la disperazione che cadde in ginocchio e si mise a piangere. Un angelo però aveva visto la disperazione della bambina e trasformò le lacrime cadute sulla neve in splendide rose di colore rosa pallido.

La bambina quando le vide immediatamente si rallegrò, ne fece un mazzo e corse a Betlemme per offrirlo a Maria, come dono per la nascita del suo bambino. Così ogni anno nel periodo di dicembre, cresce questa rosa a memoria del regalo semplice e sentito della povera figlia del pastore.

Come per la leggenda del vischio, qui ci troviamo di fronte ad una drammaturgia liturgica, una storia quindi raccontata per arricchire di simboli il periodo natalizio andando a far rifornimento di suggestioni dalle piante o dalle usanze tipiche del periodo in cui si svolge la festività.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine