Capodanno a Barcellona

Capodanno a Barcellona

A Barcellona, come in tutta la Spagna, il Capodanno è conosciuto come “Nochevieja”. Se durante l’anno la città è il luogo ideale per il divertimento, la notte di Capodanno diventa per abitanti e turisti un’esplosione di feste e di vita notturna. Luci, colori e musica in strada sono lo scenario che caratterizza la città durante tutte le feste natalizie.
Dopo il cenone in casa o in qualche ristorante tipico la gente si riversa nelle strade per aspettare il nuovo anno.

Tradizione vuole che 12 secondi prima dello scoccare della mezzanotte si mangino 12 chicchi d’uva, uno per ogni rintocco dell’orologio, come buon augurio per l’anno che sta per arrivare. Ogni locale prepara le scodelle con i 12 chicchi perché tutti possano partecipare al conto alla rovescia.

Al contrario di Madrid e delle principali città italiane, Barcellona non organizza grandi feste di piazza; dopo i fuochi d’artificio i barcellonesi sono soliti proseguire la serata in qualche locale o nelle discoteche per le cotillones de nochevieja, i “veglioni”, dove la Movida continua fino al mattino.

I luoghi di ritrovo più gettonati sono sparsi nell’Avinguda Diagonal, nel quartiere Gràcia, nella Plaça de Toros, nella Placa de Catalunya e, naturalmente, lungo le Ramblas, sempre affollatissime di ragazzi che si fermano qui per un brindisi con i passanti prima di rientrare in qualche pub.

Passare il Capodanno a Barcellona è anche l’occasione per visitare i luoghi che hanno reso questa città ricca di fascino e bellezza: da non perdere la Chiesa della Sagrada Familia e in parco Guell, entrambe opere del grande pittore e architetto Gaudì.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine